Studioso di Dante, allievo di Giuseppe Billanovich all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è dottore di ricerca in Italianistica (Letteratura umanistica) e in Teoria e analisi del testo.

Ha studiato particolarmente la tradizione dell’opera di Dante e gli antichi commenti alla Commedia, i volgarizzamenti trecenteschi di area fiorentina, la loro tradizione e diffusione nei secoli XIV e XV.

Ha curato, per l’Edizione Nazionale dei Commenti danteschi, l’edizione critica delle Chiose alla ‘Commedia’ di Andrea Lancia, di cui ha riconosciuto la testimonianza autografa nel ms. II I 39, della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.
Altri studi danteschi sono mirati a particolari aspetti dell’esegesi, anche attraverso lecturae di Canti della Commedia.
Ha curato, per la «Nuova Edizione commentata delle Opere di Dante (NECOD)», l’edizione critica dell’Epistola XIII di Dante, a Cangrande della Scala, che propone un interpretazione d’Autore del Paradiso.

È nel Consiglio direttivo del Centro Scaligero di Studi danteschi di Verona, nonché nel Comitato scientifico-organizzativo del Pontificio-Consiglio della Cultura per i Centenari danteschi.
È Segretario di redazione della «Rivista di Studi Danteschi».